NOTA! Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Approvo

2 aprile 2008: la visita inaugurale che è stata prototipo per quelle ufficiali poi offerte anche alla cittadinanza, visite utili per rendersi conto dell'avanzamento lavori in buona parte nascosti agli occhi dei cittadini.

La partecipazione a questo tour inaugurale è avvenuta insieme alla presidente e ad alcuni assessori e consiglieri della circoscrizione 5, quella attualmente maggiormente interessata dai lavori/disagi del passante.

Il ritrovo del tour è stato all'ingresso del cantiere al parco Sempione, in via Brenta.
In un locale attiguo alla mensa è stato illustrato il lavoro in corso anche con l'ausilio di disegni e progetti affissi ai muri.

Su autobus privato siamo giunti in piazza Statuto, dove con lo stesso mezzo siamo scesi nelle gallerie.

Sempre in bus siamo arrivati fin sotto corso Vittorio dove si è vista la vecchia linea con i binari tagliati che verranno connessi poi nuovamente.

Siamo quindi tornati indietro in piena falda (arriva a premere fino a 2 atmosfere) sotto piazza Statuto e corso Regina dalla galleria ovest, dove è già stato per metà posato il pietrisco (ballast) della massicciata.

Prima di arrivare vicino alla Dora siamo risaliti, perché oltre era impraticabile per un autobus (si notava acqua ovunque mentre procedevano i lavori di rimozione terra dal camerone).

Un'occhiata allo scavo sotto l'alveo del fiume Dora e poi oltre via Stradella all'inizio di corso Venezia, dove è già stata sistemata la terra sopra parte della galleria già coperta. Prossimamente qui si potrà anche allargare la viabilità al traffico.

Infine si è tornati al parco Sempione girando intorno alle fondazioni della stazione Fossata-Rebaudengo, il cui corpo sarà in maggior parte interrato, in modo da mitigarne la presenza in superficie.

Una puntatina fino a corso Grosseto, dove passando sotto di esso abbiamo visto l'ingresso all'estremo nord della galleria che inizia ad inabissarsi sotto la città, i cui lavori iniziali avevano richiesto la chiusura alternata del corso.

Ad illustrare il tutto è stato il direttore tecnico Italferr, un simpatico robusto ingegnere che chiedeva spesso se fermare l'autobus per permettermi di fotografare!

E'stato ribadito che ad oggi, il passante ferroviario di Torino è una delle maggiori opere del genere mai fatte in Italia.

La maggior parte delle foto sono orribili perché fatte in movimento, inoltre la situazione non era ottimale per illuminare con il flash.

02/04/08 Ingresso estremo nord galleria del passante zona corso Grosse...
02/04/08 Passaggio di cantiere sotto corso Grosseto
02/04/08 Termine superstrada Torino-Caselle
02/04/08 Ritorno al quartier generale
 
 
Powered by Phoca Gallery