NOTA! Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'uso dei cookie.

Approvo

Protocollo d'intesa sulla ferrovia Torino-Caselle-Ceres

Da un articolo de "LaStampaWeb" del 22/03/2010:

Passo avanti verso la nuova linea - Interconnessione a Rebaudengo - Passerella pedonale fra Dora GTT e Dora RFI - Tempistica ignota

(ANSA) - TORINO, 22 MAR - La giunta regionale piemontese ha approvato oggi il protocollo d’intesa per la riqualificazione della linea ferroviaria tra Torino e Ceres. L’accordo sarà firmato nelle prossime settimane da Comune di Torino, Provincia di Torino, Agenzia per la mobilità metropolitana, i Comuni di Caselle, Borgaro, Ciriè, Mathi, Nole, San Maurizio, Venaria, Villanova Canavese e Gtt. L’intesa si inserisce tra quelle previste dall’accordo sui 300 milioni di euro programmati tra Regione e Governo per gli interventi sul nodo di Torino, connessi alla realizzazione della Torino-Lione.

Più in dettaglio, l’accordo approvato oggi dalla giunta prevede: la realizzazione della nuova interconnessione della Torino-Ceres con il passante a Rebadeungo; l’attuazione del sistema ferroviario metropolitano con l’immissione dei treni della linea Torino-Ceres sul passante di RFI; un servizio di collegamento con treni regionali tra i principali capoluoghi di provincia e l’aeroporto di Caselle; la realizzazione della linea tranviaria in sede protetta tra le stazioni di Porta Susa e Dora GTT, una volta completato il passante e la realizzazione di un nuovo collegamento pedonale coperto tra la stazione Dora Gtt e la nuova fermata Dora sul passante.

Oltre a tutte queste azioni sarà riordinato il servizio di trasporto pubblico verso la Reggia di Venaria, con un sistema di interscambio con la linea della metropolitana alla stazione Massaua. Secondo l’accordo, la Regione Piemonte si impegna ad affidare all’Agenzia per la Mobilità Metropolitana e a GTT lo studio di fattibilità della linea tranviaria di collegamento tra il centro di Torino la zona nord-ovest, e a finanziarne, d’intesa con il comune di Torino, la realizzazione, oltre al collegamento pedonale superficiale protetto e coperto tra l’attuale stazione Dora-GTT e la nuova fermata Dora-RFI.

Webcam


Immagine aggiornata ogni 15 minuti.
L'inquadratura punta a sud e ritrae parte dell'area Vitali del parco Dora, il grattacielo Intesa-SanPaolo, la torre di piazza Statuto, l'ex grattacielo RAI di via Cernaia, il campanile alto 83 metri della chiesa Santa Zita, sullo sfondo il grattacielo della Regione Piemonte e, quando sereno, parte delle Alpi.


Immagini casuali tra le oltre 6000 presenti nel sito